Cappellini: “Fieri dei nostri risultati con la Camera Civile”

Intervista a Francesca Cappellini, presidente della Camera Civile di Firenze

Avvocato Cappellini, come è nato il Suo impegno all’interno della Camera Civile?
“Dalla sua nascita nel 2010 sono stata uno dei soci fondatori ed ero presente insieme alla collega Laura Capacci quando a Londra Carlo Poli ha avuto la brillante idea di costituire l’associazione a Firenze. Come posso dire, la Camera Civile è un po’ come una figlia che ora è cresciuta”.

Quali sono i risultati che più Le piace ricordare del Suo periodo di presidenza?
“Sono fiera di tutto il lavoro che abbiamo fatto da ottobre ad oggi. Forse il Caffè giuridico, che è un momento di dibattito a più voci su di un argomento giuridico di attualità che facciamo una volta al mese, aperto a tutti il foro è la novità di quest’anno. Così come nuovo per noi è stato organizzare un processo simulato in teatro con una giuria d’eccezione, tra cui la Presidente del tribunale, il prof. Giuliano Scarselli e il notaio Massimo Palazzo, dal titolo “Giustizia per Shylock” tratto dal Mercante di Venezia, che ha affrontato temi giuridici importanti ma anche problemi sociali quali la discriminazione razziale e religiosa”.

Vuole descriverci chi sono i Suoi “compagni di viaggio” nell’associazione?
“Tutto il direttivo e ogni singolo socio che sono bravi avvocati e soprattutto ottimi amici. Poi c’è Carlo Poli che ha ideato la Camera Civile e che è un passo sempre avanti agli altri con tante idee nuove da proporre e nuovi obiettivi da raggiungere.
La colleganza, correttezza e rispetto reciproco stanno alla base della nostra associazione”.

Dal 2014 è membro del Comitato Direttivo della rivista scientifica “Le Corti Fiorentine”. Di cosa si occupa e qual è il target di riferimento?
“Le corti fiorentine è una rivista scientifica di diritto civile e procedura civile che raccoglie la giurisprudenza del tribunale e della corte di appello di Firenze con commenti e note di avvocati e professori universitari molto utile per noi avvocati”.

Lei è fondatore e titolare di uno studio legale che è membro di una associazione tra avvocati europei costituita in un GEIE (gruppo economico di interesse europeo) denominato TEN (The European Network), che annovera fra i propri associati studi legali con sede in tutti i paesi della UE. Come è nato e quali prospettive ha questo coinvolgimento associativo?
“Sono convinta che sia fondamentale fare rete tra professionisti e soprattutto con colleghi appartenenti ad altri paesi europei. Questo consente uno scambio di esperienze e di lavoro . L’Italia ha molti cittadini stranieri europei così come molti Italia risiedono all’estero ed e’ quindi fondamentale conoscere colleghi di altri paesi con cui affrontare questioni di diritto europeo. Per non parlare poi del commercio internazionale tra paesi intracomunitari”.

AVVOCATI - TESTATA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI TARANTO N. 1/2016
EXTRA MEDIA s.r.l.s. Sede Legale: Taranto - Via Plinio 87, 74121 | extramediasrls@pec.it | Codice fiscale e n. iscr. Registro Imprese: 0319862073 | Privacy

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi