Firma grafometrica | I nuovi paradigmi richiedono una nuova tecnica d’indagine

LA FIRMA GRAFOMETRICA

I NUOVI PARADIGMI RICHIEDONO UNA NUOVA TECNICA DI INDAGINE

Ogni giorno siamo chiamati a firmare contratti, ricevute o accettazioni di operazioni bancarie applicando la nostra firma su appositi tablet. I vantaggi economici della dematerializzazione e digitalizzazione dei documenti ha spinto banche, istituti postali e corrieri anche privati, a ricorrere a sistemi di firma grafometrica o sistemi similari. Archiviazione di Byte in sostituzione a tonnellate di carta.

La nuova prassi, legata all’utilizzo della nuova tecnologia, induce, nell’eventuale giudizio, ad affrontare nuove problematiche e procedure.

Premesso che la firma grafometrica è una firma elettronica avanzata (FEA) regolata dall’art. 20. D. Lgs. 13 dicembre 2017 n. 217, sulla validità ed efficacia probatoria dei documenti informatici, il Legislatore ha concesso pari dignità e valore probatorio alle firme digitali, equiparabili, pertanto, alle firme apposte, con la penna, sulla carta.

Occorre tuttavia porre attenzione alla “rivoluzione” in atto che coinvolge sia la tecnologia e quindi la relativa strumentazione di indagine utilizzata, sia le competenze di esame atte ad affrontare, in piena consapevolezza, ogni possibile contenzioso che veda protagonista l’istituto del disconoscimento della firma grafometrica a mezzo tablet.

INVERSIONE DELL’ONERE DELLA PROVA

  1. A. per il disconoscimento della firma manoscritta, quella apposta con penna su carta (off-line), l’onere della prova spetta al soggetto che voglia valersi del documento;
  2. B. per il disconoscimento delle firme elettroniche avanzate o qualificate (on-line) che “…si presume riconducibile al titolare, salvo che questi dia prova contraria”[1], l’onere della prova spetta a chi, presumibilmente, è il firmatario di quel documento e non più a chi intenda valersene.

Tale primo importante ribaltamento sollevato dal mutato paradigma tecnologico, induce e obbliga a mutare anche l’approccio tecnico scientifico di indagine e comparazione della firma grafometrica oggetto di verifica.

Con la firma Grafometrica, quindi, parliamo di sottoscrizione apposta mediante uno strumento hardware (tablet) gestito da un software (sistema di firma) che, insieme, permettono di rilevare i dati biometrici del sottoscrittore in merito sia alla posizione, sia al tempo, sia alla velocità e alla pressione.

Tutti dati che, opportunamente cifrati, vengono univocamente inseriti all’interno del documento digitale sugellandone così la sottoscrizione ai fini legali.

L’indagine di comparazione a cui è chiamato il perito, non coinvolge più soltanto il gesto grafico analizzato e comparato attraverso le leggi della grafologia, ma tutto il processo atto a generare un documento digitale, contenente dati biometrici cifrati, il cui oggetto di indagine non è più il tracciato grafico visibile ( “immagine” della firma stessa)  ma la matrice di dati biometrici  (serie di dati numerici e quantitativi che il tablet registra) che, evidentemente, dovrà essere analizzata e comparata mediante nuovi strumenti, nuova tecnologia e relative competenze.

Il garante della privacy nelle LINEE-GUIDA IN MATERIA DI RICONOSCIMENTO BIOMETRICO E FIRMA GRAFOMETRICA fa riferimento allo “svolgimento di analisi grafologiche da parte di un perito calligrafo“ [2] ma è evidente che, oggi, non sono più sufficienti le competenze del grafologo “classico” per effettuare questa tipologia di confronto e che occorrano competenze diverse, legate a una nuova figura professionale: il grafobiometrista.

 

Dott. Massimo Baraldi, presidente Grafobiometristi Italiani Associati

 

[1] Art. 20 D. Lgs. 13 dicembre 2017 n. 217

[2] Art. 5.4 Provvedimento del Garante del 12 novembre 2014 – all. A.

 

AVVOCATI - TESTATA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI TARANTO N. 1/2016
EXTRA MEDIA s.r.l.s. Sede Legale: Taranto - Via Plinio 87, 74121 | extramediasrls@pec.it | Codice fiscale e n. iscr. Registro Imprese: 0319862073 | Privacy

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi